giovedì , 27 luglio 2017
Home / Opportunità / Bandi / Pubblicato il Bando Ricerca X: residenze a Collegno (TO)

Pubblicato il Bando Ricerca X: residenze a Collegno (TO)

Ricerca X. © Ph. Andrea Macchia.

Workspace Ricerca X – Research and dramaturgy  invita practitioners e professionisti del campo della danza contemporanea e arti performative.

Workspace Ricerca X / Research and dramaturgy offre la possibilità di sviluppare un proprio percorso di ricerca artistica, attraverso l’acquisizione e la condivisione di strumenti critici e drammaturgici durante 5 residenze condivise nell’arco di un anno presso la Lavanderia a Vapore di Collegno (Torino) / Novembre 2016–2017.

Workspace Ricerca X si ispira al modello europeo di Workspace, centro specializzato nella ricerca applicata alle discipline artistiche che svolge azioni programmatiche al fine di:

– sviluppare continuità lavorativa per coreografi, performers e ricercatori delle performing arts

– favorire lo scambio tra i professionisti del settore

– avvicinare diverse fasce di pubblico

– creare network tra i diversi attori del sistema artistico-culturale

– rafforzare qualitativamente le rappresentazioni teatrali e coreutiche

A Chi si rivolge Ricerca X:

10 figure professionali nel campo della danza contemporanea e delle performing arts:

– 6 danzatori/coreografi titolari per l’intera annualità (provenienti 4 dalla provincia di Torino, 2 dal territorio nazionale)

– 3 danzatori/coreografi ospiti per una sessione di lavoro (provenienti da territorio nazionale)

– 1 ricercatore nell’ambito del cultural management e policy making per la durata di un anno.

Cosa offre:

– utilizzo spazio (2 sale danza Lavanderia) in condivisione per la durata di 2 settimane per 5 sessioni di lavoro

– copertura spese di viaggio /vitto e alloggio ai professionisti non di Torino

– pranzo durante le sessioni di lavoro

– accompagnamento alla ricerca da parte di tutors internazionali StandOrt

Come si svolge:

Il progetto offre un format di residenza “non neutro”, fortemente connotato dalle modalità di lavoro che vengono proposte al suo interno. Le residenze, della durata di due settimane ciascuna, per un totale di cinque in un anno, sono condivise dai 6 coreografi titolari del progetto più un ospite e un tutor per ogni sessione di lavoro. Si propone perciò di sviluppare la residenza in un’ottica di condivisione, orizzontalità, scambio di pratiche e auto-formazione. Si lavora secondo la modalità di peer-coaching, tutoraggio alla pari, in cui viene chiesto ai professionisti una continua negoziazione del loro ruolo di coreografo, danzatore/performer, e occhio esterno/dramaturg. Anche al tutor viene proposto di lavorare in questa direzione. I partecipanti condivideranno dunque il loro lavoro con gli altri professionisti, saranno accompagnati da tutors internazionali e dramaturg del processo creativo, e si confronteranno periodicamente con il pubblico. In ogni fase di lavoro sono previste due tipi di aperture pubbliche al fine di condividere gli strumenti di creazione con il pubblico:

MAKING DANCE_ condivisione delle pratiche artistiche con il fine di sviluppare traiettorie di ricerca

THINKING DANCE_ riflessione teorica e discorsiva sulla danza contemporanea in dialogo con altri settori

Tutor della prossima annualità:

– Charlotte Zerbey (co- direttrice di Company Blu, ex- danzatrice di Sasha Waltz, collabora con Steve Paxton, Julyen Hamilton, Katie Duck)

– Cristina Caprioli (danzatrice, coreografa e pedagoga, fonda a Stoccolma la compagnia CCAP, ex-Direttrice del programma di coreografia presso l’University College di danza in Svezia)

– Bart Van den Eynde (dramaturg di Meg Stuart e Ivo Van Hove, ex coordinatore del centro di ricerca artistica A.pass, insegnante e coordinatore nelle università di Belgio e Olanda)

– Marco Berrettini (coreografo italo-tedesco, vive e lavora a Ginevra. Formatosi alla London School of Contemporary Dance e alla Folkwangschulen di Essen, esperto in scienze teatrali, etnologia europea e antropologia culturale. Fonda la compagnia *Melk Prod)

L’annualità si svolge da novembre 2016 a novembre 2017.

Il primo periodo di residenza è fissato dal 21 novembre al 4 dicembre 2016

Candidature:

Inviare email con oggetto: open call 2016/2017 a ricercaxinfo@gmail.com

– portfolio e statement dell’artista

– curriculum

– eventuale link video e materiale fotografico

– sito/ pagina FB

– progetto a cui si intende lavorare rispondendo alle seguenti domande:

1. RESEARCH QUESTION_ qual è la domanda a cui l’articolazione del progetto si pone di rispondere.

2. Quali sono le referenze di questo progetto.

3. Quali tipi di conoscenza produce questa ricerca in te, nei danzatori e in termini più ampi nel contesto sociale.

4. Cosa e come si intende condividere.

Scadenza: 25 settembre 2016

Selezione:

I risultati saranno comunicati il giorno 22 ottobre 2016.

Le selezioni saranno effettuate sulla base del materiale ricevuto ed attraverso un colloquio individuale (skype).

La selezione è intesa come momento d’incontro, discussione e testimonianza.  Le scelte saranno discusse dall’associazione StandOrt e coordinate da Doriana Crema.

Contatti:

Ass.cult. StandOrt

ricercaxinfo@gmail.com

+39 340 54 34 897

www.ricercax.com

Condividi la notizia!

Guarda anche...

Audizione Milano Contemporary Ballet

Audizione Milano Contemporary Ballet: venerdì 28 luglio si selezionano giovani danzatori uomini tra i 18 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi