La stagione 2022/23 di Balletto del Teatro alla Scala

da tuttoDanza
0 commento
Stagione 22/23

Presentata la nuova stagione 2022/23 di Balletto del Teatro alla Scala, tra grandi classici e promettenti novità.

La Stagione 2022/23 di Balletto del Teatro alla Scala, in felice alternanza tra i classici e il presente, si apre omaggiando Rudolf Nureyev nel trentennale della scomparsa, con la ripresa del suo Schiaccianoci in miracoloso equilibrio tra incanto fiabesco, spirito natalizio e scavo psicanalitico. Lo schiaccianoci risplenderà ancora nell’allestimento di Nicholas Georgiadis, rinnovato nel décor e nei costumi proprio dalla Scala nel 1987, e affascinerà anche i più piccoli nella magica atmosfera natalizia, ideale cornice per ripresentare questo capolavoro di maestria. 

Il nuovo anno si aprirà invece con uno sguardo al futuro rappresentato da quattro lavori di David Dawson, Nacho Duato, Philippe Kratz (in prima assoluta) e Jiří Kylián. Il tutto su un tappeto musicale che comprende Thom Yorke, Radiohead, Enrique Granados e Ezio Bosso. 

Ritornerà anche il grande balletto ottocentesco con Le Corsaire. Il sontuoso allestimento sarà affidato a Luisa Spinatelli con la rilettura coreografica di Manuel Legris del 2016 da Petipa, per la prima volta al Piermarini. Questo titolo si avvarrà di una trama resa più accessibile e chiara, una sensibile attenzione alla musicalità e alle relazioni tra i personaggi.

Manuel Legris – Ph. © Brescia e Amisano

Tra i classici rivedremo anche Romeo e Giulietta di MacMillan e Il lago dei cigni a completare l’omaggio a Nureyev, mentre due spettacoli saranno interamente dedicati a due giganti della danza del ’900: William Forsythe, con una prima assoluta, e John Neumeier, che in Aspects of Nijinsky fa rivivere la leggenda dei Ballets Russes.

Per William Forsythe sarà un grande ritorno alla Scala, questa volta con un inedito: una creatività sempre in evoluzione da oltre 45 anni, ha ri-orientato la pratica del balletto per farne una forma d’arte dinamica del XXI secolo, ampliando ulteriormente il suo discorso coreografico nel campo delle arti visive. Per la prima volta insieme alla Scala e per la Scala, il punto di partenza e il nuovo punto di arrivo dell’esplorazione di Forsythe nel tessuto musicale di James Blake. Un’esplorazione partita nel 2016 con Blake Works I all’Opéra di Parigi e che, passando dal palcoscenico digitale, arriva alla Scala con la prima assoluta di Blake Works V, segnando un nuovo capitolo di The Barre Project. Il lavoro trae ispirazione dalle canzoni di James Blake, compositore il cui lavoro appare principalmente nell’idioma della musica popolare. Opera in continua evoluzione, la serie Barre è iniziata nel 2021 al culmine della pandemia, con una danza filmata e trasmessa in streaming a un pubblico globale affrontando le restrizioni sulla performance dal vivo di quel momento. Le rappresentazioni, dal vivo, alla Scala prevedono nuove sezioni coreografiche che evidenzieranno i diversi e formidabili talenti della compagnia: una versione inedita e unica, appositamente concepita per il Corpo di Ballo della Scala. 

Carla Fracci – Ph. © Lelli e Masotti

Non mancherà, come promesso, la seconda edizione del Gala Fracci che vedrà tornare alla Scala i più grandi interpreti internazionali. Dopo lo straordinario ed emozionante successo – a quasi un anno dalla scomparsa della grande étoile – della prima edizione il 9 aprile 2022, la Stagione 2022/23 prosegue il tributo della Scala e dei suoi artisti a Carla Fracci, figura cardine della storia della danza, personaggio di riferimento per il Teatro alla Scala e per tutta la cultura italiana. Una storia di talento, ostinazione e lavoro che ha ispirato e tuttora ispira generazioni di giovani, non solo nel mondo del balletto. Per celebrare questa stella leggendaria, il Direttore del Ballo Manuel Legris ha voluto istituire un Gala a ogni stagione, un appuntamento fisso per convogliare e celebrare nel suo nome la danza e il balletto con un ampio respiro internazionale. 

www.teatroallascala.org

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto da copyright!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi