Danzainfiera 2023 convince il pubblico

da tuttoDanza
0 commento
DANZAINFIERA 2023

Danzainfiera 2023 richiama oltre 24.000 presenze: la formula dell’edizione 2023 premiata dal pubblico

Si è conclusa Danzainfiera 2023, andata in scena alla Fortezza da Basso dal 24 al 26 febbraio 2023. Numeri importanti – oltre ventiquattromila le presenze – che hanno riportato la rassegna ai giorni pre-Covid. Ha funzionato il claim “All You Need Is Dance”. All’appello hanno risposto entusiasticamente i 113 espositori (il 30% in più del 2022), le scuole e le accademie (italiane ed internazionali), le aziende (marchi di produttori e distributori di abbigliamento, calzature, intimo, accessori, attrezzature, oggettistica e gadget). E soprattutto il pubblico, che si è lasciato conquistare dalla formula ‘novità nella continuità’, che ha caratterizzato la rassegna quest’anno guidata da una rinnovata veste societaria e con una squadra che, accanto al team storico, ha visto la collaborazione della struttura operativa di Pitti Immagine.

“In questi tre giorni abbiamo respirato energia ed entusiasmo”, dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. “Siamo molto soddisfatti della risposta che è arrivata dal mondo della danza, sia per quanto riguarda la partecipazione degli espositori in Fortezza sia per il pubblico di ballerine e ballerini di tutte le età, arrivati numerosi anche dall’estero, da oltre 20 paesi, per partecipare agli eventi, alle lezioni e alle audizioni, con i tanti ospiti speciali e le star della danza. A partire da questi risultati, Pitti Immagine si impegnerà per far crescere la manifestazione e migliorare l’esperienza di partecipazione in Fortezza – anche sul fronte dei servizi di prenotazione online, per renderli sempre più avanzati e affidabili – pur mantenendo lo spirito e l’originalità che hanno reso la rassegna di successo. Lo ripeto ancora una volta: i tanti giovani che abbiamo visto in azione in questi giorni sono per noi la risorsa più stimolante e preziosa del salone”.

È stata un’edizione caratterizzata dalla presenza di star dello spettacolo, da Rossella Brescia e Carolyn Smith a Massimo Romeo Piparo, Petra Conti, Francesco Gabriele Frola, dai Choros Ballet e Ivan Cottini a Milly Carlucci, venuta a battezzare il primo anno di collaborazione tra Danzainfiera e Ballando On The Road-L’Accademia delle stelle di Simone Di Pasquale.

 «Spero sia un connubio che ci porterà ancora più talenti», ha detto la presentatrice tv durante la tre giorni fiorentina. E ha aggiunto: «La comune data di nascita è una concomitanza che conoscevo. Abbiamo impiegato 17 anni per trovarci, ma mi auguro che sarà una collaborazione duratura».

Dalla classica alla contemporanea fino all’afro, all’hip-hop e alle danze popolari: DanzainFiera ha saputo parlare tutte le lingue del ballo, senza tralasciarne nessuna. Ha dedicato spazio a temi come la salute, dimostrando come il ballo possa essere un metodo di guarigione e ha puntato sui giovani, motore primo del rinnovamento. Il successo di Choros Ballet e del format “7K – SEVEN KEYS” con Lala Blhite ha messo in luce la voglia di guardare al futuro, con un occhio alla Rete e l’altra al mondo delle serie tv. 

E grande successo di consensi e partecipazione ha ottenuto la Expression International Dance Competition 2023 organizzata da I.D.A. International Dance Association, concorso che ogni anno si conferma come la più importante competizione di danza in Europa.

Come di consueto, Danzainfiera ha dato spazio al tema del lavoro con oltre 50 audizioni, opportunità professionali tangibili per le centinaia di giovani talenti iscritti. I tre giorni di fiera hanno dimostrato di essere espressione di un movimento che va al di là delle mere espressioni di routine: la danza in Italia è economia, arte, spettacolo, cultura, sapere, come hanno dimostrato gli incontri, i convegni e le presentazioni di libri sul sistema-danza.

Il risultato è stato più che gratificante e apre orizzonti importanti per l’edizione 2024, quella della maturità: Danzainfiera compirà 18 anni e siamo certi che troverà ancora nuovi modi per stupire il suo pubblico. 

Si ringrazia Antheo pavimenti per la danza che ha fornito la pavimentazione della sala della Scherma. Koreutica che ha vestito lo staff danzainfiera.

E un ringraziamento speciale va a Dansez-Vous che ha ospitato Petra Conti che ha ballato al Dif Closing Ceremony e ha tenuto gli stage con Eris Nezha.

www.danzainfiera.it

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.