Romeo e Giulietta di Maillot al LAC di Lugano e al Teatro grande di Brescia

da tuttoDanza
0 commento
romeo e giulietta

La compagnia Les Ballets de Monte-Carlo porta sul palco una versione originale e coinvolgente del classico shakespeariano Romeo e Giulietta. Prima al LAC di Lugano e poi al Teatro Grande di Brescia. Per le date italiane nel ruolo di Giulietta ci sarà un’interprete d’eccezione: Olga Smirnova.

Il prossimo 21 e 22 novembre, il LAC di Lugano ospiterà uno spettacolo di danza che promette di emozionare il pubblico con una rivisitazione unica del celebre Romeo e Giulietta. La compagnia Les Ballets de Monte-Carlo, rinomata a livello internazionale, presenterà la coreografia di Jean-Christophe Maillot, direttore artistico del balletto. Lo stesso spettacolo sarà poi in scena il 24 e 25 novembre al Teatro Grande di Brescia e per l’occasione il ruolo di Giulietta verrà danzato da Olga Smirnova.

Olga Smirnova e Francesco Resch in Romeo e Giulietta di Maillot – ph. Alice Blangero

Maillot, coreografo francese di grande talento, ha deciso di esplorare l’anima tormentata di Frate Lorenzo, il personaggio che, con la sua buona volontà, contribuisce involontariamente alla tragica fine dei due giovani amanti. Lo spettacolo si presenta come un flashback, in cui un uomo di chiesa sconvolto riflette sulla tragedia e si chiede come sia potuta accadere una tale fatalità.

Dal punto di vista coreografico, Maillot rompe gli schemi della danza classica, mantenendone però l’energia, lo slancio e la grazia senza tempo. La tragedia shakespeariana non viene interpretata come un conflitto sociale o una lotta tra clan, ma come un dramma accidentale che porta alla morte di due giovani innamorati più interessati ai giochi dell’amore che a quelli dell’odio.

Romeo e Giulietta rappresenta un pilastro del repertorio di Maillot, che attualizza il vocabolario classico attraverso una narrazione contemporanea, mescolando diverse discipline artistiche. Il coreografo si ispira al cinema, utilizzando tecniche come il flashback, il fermo immagine e il rallentatore. I movimenti dei ballerini richiamano l’estetica cinematografica, muovendosi in diagonale e mantenendo uno sguardo rivolto lontano dal pubblico, come gli attori che non guardano mai direttamente la telecamera. Ogni ballerino ha un ruolo ben definito, contribuendo a creare un’atmosfera unica e coinvolgente.

Lo spettacolo si presenta come una messinscena elegante e asciutta, in cui la potente musica di Prokof’ev si unisce a un corpo di ballo impeccabile composto da cinquanta elementi. L’energia espressiva del movimento si fonde con l’erotismo e l’umorismo, creando un’esperienza indimenticabile per il pubblico.

Non perdete l’occasione di assistere a questa straordinaria rappresentazione di Romeo e Giulietta al LAC di Lugano il prossimo 21 e 22 novembre ed il 24 e 25 novembre al Teatro Grande di Brescia. Un’opera che unisce tradizione e innovazione, emozionando e coinvolgendo gli spettatori in un viaggio nel mondo creativo di Jean-Christophe Maillot.

© Les Ballets de Monte-Carlo

luganolac.ch

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.