Omaggio ad Alwin Nikolais 

da tuttoDanza
0 commento
Alwin Nikolais

Un tributo al coreografo Alwin Nikolais ha preso il via dalla città di Napoli il 24 novembre per proseguire fino al 31 dicembre tra Lecce, Palermo e Perugia.

Il tributo al grande coreografo americano Alwin Nikolais ha preso vita nella città di Napoli, diffondendosi contemporaneamente in altre tre città italiane: Lecce, Palermo e Perugia. Questo omaggio multidisciplinare, a cura di Artgarage e sostenuto dal Ministero della Cultura, ha preso il via il 24 novembre al Teatro Bellini di Napoli con l’inaugurazione di una mostra dedicata al genio indiscusso Alwin Nikolais, curata dal fotografo americano Tom Caravaglia e concessa dalla Nikolais/Louis Foundation for dance di New York. L’allestimento della mostra è stato ideato e curato da Paride Lucciola e Letizia Mari.

L’inaugurazione della mostra ad Alwin Nikolais è stata preceduta da un convegno ed ha visto la partecipazione di ospiti di eccellenza, tra cui Alberto de Saz, direttore della Nikolais/Louis Foundation for dance di New York, Simona Bucci, storica danzatrice della compagnia di Alwin Nikolais, e Francesca Pedroni, autrice della monografia “Alwin Nikolais” e critica di danza. In diretta streaming dalla Francia anche Carolyn Carlson.

Questo appassionato omaggio, a trent’anni dalla morte di Nikolais, nasce dalla volontà di ricordare che Napoli, negli anni ’90, ha vissuto un grande fermento artistico intorno alla figura del coreografo americano. Il progetto, organizzato da Artgarage e ideato da Emma Cianchi, è curato insieme a Carlo Mauro Maggiore, Valentina Romito e Rita Petrone, con la collaborazione di Manuela Barbato come moderatrice degli incontri e delle interviste ai protagonisti. Il progetto vanta anche la partecipazione di importanti partner internazionali, tra cui la Nikolais/Louis Foundation for dance di New York, Jacob’s Pillow del Massachusetts, il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e il Teatro Bellini di Napoli.

L’evento principale si è tenuto 24 novembre 2023 alle ore 16.30 presso il Teatro Bellini di Napoli, con il convegno su Alwin Nikolais seguito dall’inaugurazione della mostra fotografica che rimarrà peró esposta nel foyer del Teatro Bellini fino al 3 dicembre.

Il 23 e il 24 novembre presso Artgarage è stato possibile partecipare gratuitamente alla masterclass con Alberto de Saz, seguita da altri incontri e performance, tra cui un’interessante riflessione sul rapporto tra la musica elettronica e la performance live a cura di Dario Casillo, docente di informatica musicale presso il conservatorio di Genova, e Elio Martusciello, docente di composizione musicale elettroacustica al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e fondatore dell’orchestra OEOAS Orchestra Elettroacustica Officine Arti Soniche.

Il progetto si svilupperà fino al 31 dicembre tra Napoli e le città partner, offrendo al pubblico una serie di incontri, performance e momenti di approfondimento che permetteranno di esplorare a fondo il lavoro di Nikolais e la sua influenza sulla danza contemporanea.

Alwin Nikolais è considerato uno dei caposcuola della danza moderna americana, ma le sue origini artistiche risalgono alla danza tedesca di Rudolf Laban e Mary Wigman, attraverso la figura di Hanya Holm, assistente di Wigman trasferitasi a New York negli anni ’30. Nikolais è stato un innovatore nel concetto di danza, basando la sua ricerca sullo sviluppo di un linguaggio consapevole, unico e originale, non codificato né predefinito in schemi e stili. Il suo genio ha trasformato drasticamente il mondo della danza, aprendo la scena a infinite possibilità creative. Ha approfondito concetti come l’illuminotecnica, la costumistica, la scenografia e l’illusionismo, dando vita a un teatro multimediale in grado di espandere le potenzialità del corpo umano sia fisicamente che materialmente, attraverso costumi innovativi che estendevano e alteravano la figura umana. Inoltre, Nikolais ha fatto un uso intelligente delle nuove tecnologie, tanto che il primo sintetizzatore analogico dei suoni è stato creato da Robert Arthur Moog appositamente per Alwin Nikolais.

L’omaggio ad Alwin Nikolais è un’opportunità unica per immergersi nell’universo creativo di questo straordinario coreografo e per apprezzare il suo impatto duraturo sulla danza contemporanea. La mostra fotografica, curata da Tom Caravaglia, offre uno sguardo intimo sulla vita e il lavoro di Nikolais, permettendo al pubblico di apprezzare la sua visione artistica e la sua innovazione nel campo della coreografia.

Non perdete l’occasione di immergervi nell’universo creativo di Alwin Nikolais e di apprezzare la sua straordinaria eredità nella danza fino al 3 dicembre al Teatro Bellini di Napoli e poi nelle altre città partner (Lecce, Palermo e Perugia) fino al 31 dicembre.

Locandina presentazione evento

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.