MAB15: Un’eredità che è futuro

da tuttoDanza
0 commento
MAB

Il premio MAB celebra quindici anni di danza classica e neoclassica, unendo tradizione e innovazione.

Il premio MAB è nato con l’obiettivo di trasformare, evolvere e guardare avanti. Fin dall’inizio, ha celebrato l’esperienza di una donna visionaria, prematuramente scomparsa, che amava la vita, i giovani e il balletto. Questa eredità è stata raccolta dal Maestro Roberto Fascilla, fondatore dell’evento, e tradotta in una programmazione precisa dalla General Manager Gisella Zilembo. Il premio MAB, che celebra l’arte come espressione dei valori più preziosi dell’esistenza, è diventato un progetto di grande successo che coinvolge le nuove generazioni e promuove la danza classica.

La sinergia tra il premio MAB e le personalità iconiche del balletto internazionale ha contribuito alla crescita di molti giovani talenti. Ballerini come Nicoletta Manni, Timofej Andrijashenko, Emma Mardegan, Angelo Greco e molti altri hanno iniziato la loro carriera anche grazie al premio MAB. Questo evento ha dato loro l’opportunità di esibirsi sul palco del Teatro Manzoni e di lanciare la propria carriera nel mondo della danza.

Nel corso degli anni, illustri giurati come Carla Fracci, Julio Bocca, Nina Ananiashvili e Lizt Alfonso hanno contribuito al successo del premio MAB. La direzione artistica si duplica e consolida l’idea fondante che la danza sia una e che la classica ne sia la base imprescindibile, come tale capace, col suo rigore lessicale e la sua precisa qualità poetica, di creare avanguardia. Così, secondo un principio vitalistico che intreccia tradizione e innovazione, radici e prospettive in linea con il mondo della scena attuale, è affidata alla giovane étoile Salvatore Manzo, appunto, esponente del “mondo classico puro” e ad un’artista mondialmente nota per aver praticato la contaminazione scenica come chiave di un linguaggio coreografico straordinario, impensabile a prescindere da una solida base tecnica di matrice Classica: Lizt Alfonso.

Il premio MAB ha l’obiettivo di sostenere i giovani ballerini, promuovere la danza e preservare le fondamenta della danza classica e neoclassica. Questa eredità vive nel presente ed è il futuro della danza. Il premio MAB continua a essere un trampolino di lancio per i giovani talenti e celebra la grandezza dei maestri che hanno contribuito alla storia del balletto.

In conclusione, il premio MAB è un evento che unisce tradizione e innovazione, radici e prospettive. La danza classica è universale e in grado di evolversi nel tempo senza perdere la propria identità. Il premio MAB, con la sua dedizione alla danza classica e neoclassica, è un faro per il futuro della danza.

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.