Gala Fracci terza edizione

da tuttoDanza
0 commento

La Scala celebra il terzo Gala Fracci dedicato proprio a Carla Fracci, omaggiando il grande repertorio classico e le visioni moderne della danza.

La Scala di Milano continua a onorare la memoria e l’eredità di Carla Fracci attraverso un evento straordinario: il Gala Fracci, un tributo annuale che celebra la danza in tutte le sue forme, dall’eredità classica alle più audaci espressioni contemporanee. 

Organizzato per la terza volta consecutiva, questo gala unisce i talenti del Corpo di Ballo, i Primi Ballerini e anche ospiti internazionali in una serata indimenticabile di spettacolo e emozione, che si terrà il 19 aprile 2024.

Il programma di quest’anno offre un viaggio attraverso i capolavori dei grandi maestri del balletto, dall’iconico Marius Petipa al rivoluzionario George Balanchine. I momenti clou includono il Grand pas de deux dal terzo atto della Bella Addormentata, eseguito con grazia e virtuosismi da Marianela Nuñez e Vadim Muntagirov, e l’adagio da Paquita, interpretato con eleganza da Martina Arduino e Marco Agostino. L’influenza di Petipa si estende al Novecento con la visione di Rudolf Nureyev del Lago dei Cigni, mentre Balanchine evoca l’eleganza dell’Impero Russo con Diamonds, eseguito con maestria da Olga Smirnova e Jacopo Tissi.

Il Gala rende anche omaggio ai maestri del Novecento come Roland Petit e Maurice Béjart, con interpretazioni affascinanti de Il Pipistrello e La Luna. Quest’ultimo, per l’occasione, verrà rimontato proprio da Luciana Savignano, colei che ha ispirato Béjart alla creazione di questo assolo e ad interpretarlo sarà l’étoile Nicoletta Manni. Mentre gli interpreti de Il Pipistrello saranno Virna Toppi, Christian Fagetti e Luana Saullo. La serata abbraccia anche la modernità, con opere come Árbakkinn di Simone Valastro e Luce di Andrea Crescenzi che esplorano nuove frontiere artistiche e stilistiche.

Un momento commovente arriva con l’omaggio a Ezio Bosso di Roberto Bolle che eseguirà un assolo toccante di Patrick de Bana sul brano “Rain, in your black eyes”. Si proseguirà con un vero e proprio tributo alla danse d’école Donizetti pas de deux creazione fresca e briosa di Manuel Legris del 2011, mai vista alla Scala, sarà interpretata da  Alice Mariani e Nicola del Freo. Infine, la serata culminerà con Coppélia, coreografata da Alexei Ratmansky, che riporta in vita il fascino e la vivacità del classico balletto. Nicoletta Manni, Timofej Andrijashenko, gli allievi della Scuola di ballo, i solisti e gli artisti del Corpo di Ballo scaligero faranno rivivere i festeggiamenti per le nozze di Swanilda e Franz con il lirismo del passo a due e la vivacità del gran finale. 

Il Gala Fracci è sicuramente un tributo alla grande Carla Fracci, ma anche una celebrazione della bellezza, dell’innovazione e della continuità nella danza. Ogni performance è un omaggio alla ricca tradizione del balletto e alla sua costante evoluzione nel panorama artistico contemporaneo.

Per info e biglietti visitare il sito ufficiale www.teatroallascala.org

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.