Un Trittico di Danza Imperdibile al Théâtre de Beaulieu

da tuttoDanza
0 commento
un trittico di danza

Dal 14 al 19 giugno 2024, il Béjart Ballet Lausanne presenta un trittico di danza composto da tre capolavori coreografici che esplorano la passione, la libertà e l’energia primordiale della danza.

Il prestigioso Béjart Ballet Lausanne torna al Théâtre de Beaulieu di Losanna con un trittico di danza emozionante, portando in scena tre opere che promettono di incantare e ispirare il pubblico. Sotto la direzione artistica di Julien Favreau la compagnia presenta un programma sviluppato da Gil Roman. Le creazioni sono firmate da Valentina Turcu, Giorgio Madia e Maurice Béjart e fondono perfettamente tradizione e innovazione in un programma straordinario.

Amleto: Una Rilettura di Valentina Turcu
Valentina Turcu, coreografa di fama internazionale, offre una nuova interpretazione del classico shakespeariano Amleto. La sua coreografia esplora le profondità della psiche umana, mettendo in scena la follia e la passione che attraversano l’opera di Shakespeare. Con una sensibilità unica, Turcu intreccia danza e teatro, portando il pubblico in un viaggio intenso attraverso i tormenti del principe danese. La sua versione di Amleto promette di essere un’esperienza viscerale, capace di toccare le corde più profonde dell’animo umano.

Rhapsody in Blue: La Celebrazione di Giorgio Madia
Giorgio Madia, già noto al pubblico del Béjart Ballet Lausanne per la sua Swan Song, torna con una nuova creazione: Rhapsody in Blue di George Gershwin. Madia celebra il centenario di questa composizione iconica con una coreografia che esalta la libertà artistica e l’eclettismo stilistico della musica di Gershwin. Il primo elemento che caratterizza questo nuovo lavoro é proprio la mancanza di regole, o almeno di regole preesistenti e ciò si lega anche alla libertà nei diversi stili di danza. É proprio questa forma libera che permette di creare un’emozione unica.

Boléro: L’Energia Primordiale di Maurice Béjart
A completare il trittico, il leggendario Boléro di Maurice Béjart, sulla celebre musica di Maurice Ravel. Questa coreografia, simbolo dell’energia vitale e della forza primordiale della danza, è uno dei capolavori più riconosciuti di Béjart. Il crescendo ipnotico della musica di Ravel si intreccia con i movimenti potenti e sensuali dei danzatori, creando un’esperienza visiva e uditiva che cattura e trascina il pubblico in un vortice di emozioni. Boléro è una celebrazione della danza come rituale collettivo, un inno alla bellezza e alla potenza del corpo in movimento.

Un’Esperienza Indimenticabile
Dal 14 al 19 giugno 2024, il Théâtre de Beaulieu di Losanna sarà il palcoscenico di una serata di danza imperdibile. Il Béjart Ballet Lausanne, con le creazioni di Valentina Turcu, Giorgio Madia e Maurice Béjart, offre al pubblico un programma variegato e ricco di emozioni. Un’occasione unica per immergersi nella bellezza e nella potenza della danza contemporanea, celebrando l’eredità di Béjart e la creatività dei suoi successori. Non perdete l’opportunità di assistere a questo straordinario trittico che promette di lasciare un segno indelebile nella memoria degli spettatori.

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.