Addio a Éric Vu-An, il danseur e coreografo di talento straordinario

da tuttoDanza
0 commento

Éric Vu-An, celebre danzatore e coreografo francese, ci ha lasciati all’età di 60 anni a causa di un cancro al cervello. Questa tragica notizia arriva pochi giorni dopo la scomparsa del suo compagno Hugues Gall, ex direttore dell’Opéra di Parigi.

Una vita segnata da sfide e trionfi

Éric Vu-An nasce da un padre guadalupano e una madre francese. Cresciuto a Parigi, la sua infanzia fu caratterizzata da difficoltà e discriminazioni a causa delle sue origini miste. Nonostante le avversità, entrò alla Scuola di Danza dell’Opéra di Parigi a soli 10 anni, dove trovò un ambiente ostile e pieno di pregiudizi. Fu grazie al sostegno della leggendaria Claude Bessy che Éric riuscì a superare le difficoltà e ad eccellere nella danza.

A soli 15 anni, Éric Vu-An entrò nel balletto dell’Opéra di Parigi con una dispensa d’età, distinguendosi per la sua tecnica raffinata e il carisma unico. La sua carriera decollò negli anni ’80, quando Maurice Béjart lo nominò étoile dopo una brillante performance in “Arepo”. Sebbene questa nomina venne successivamente annullata da Rudolf Nureyev, Éric Vu-An continuò a brillare come étoile internazionale, collaborando con grandi coreografi e registi.

Una carriera internazionale e una dedizione alla danza

La sua carriera si sviluppò non solo a Parigi, ma anche all’estero, tra cui in Italia. Creò ruoli iconici come quello di Antinoüs in “Les Mémoires d’Hadrien” di Maurizio Scaparro e si esibì in diverse produzioni teatrali e cinematografiche. Nonostante la sua versatilità, Éric Vu-An rimase sempre fedele alla danza, continuando a perfezionare la sua arte e a trasmettere la sua passione alle nuove generazioni di ballerini.

Nel 2002, Éric tornò all’Opéra di Parigi per interpretare “Don Quichotte”, dimostrando ancora una volta la sua straordinaria abilità interpretativa. Successivamente, divenne direttore delle Compagnie di Bordeaux, Avignone e Marsiglia, prima di prendere le redini del Balletto di Nice Méditerranée nel 2009.

Innovazione e leadership: Éric Vu-An alla guida del Balletto di Nice Méditerranée

Alla guida del Balletto di Nice Méditerranée, Éric Vu-An si distinse per la sua programmazione audace e innovativa. Portò in scena opere uniche e collaborò con artisti di fama internazionale, elevando il livello artistico della compagnia. Sotto la sua direzione, il balletto di Nizza divenne un punto di riferimento nel panorama della danza francese.

La malattia lo colpì all’inizio del 2022, ma lui continuò a lottare con determinazione, sostenuto dal suo compagno Hugues Gall. La sua dedizione alla danza e al balletto di Nizza rimase inalterata fino alla fine, dimostrando un amore profondo per l’arte che aveva caratterizzato tutta la sua vita.

Un’eredità indelebile

La scomparsa di Éric Vu-An lascia un grande vuoto nel mondo della danza, ma il suo spirito e il suo contributo all’arte continueranno a vivere attraverso le sue coreografie e l’influenza che ha avuto su generazioni di ballerini. Il suo talento, la sua dedizione e il suo coraggio saranno sempre ricordati e celebrati.

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.