L’Histoire de Manon in scena alla Scala

da tuttoDanza
0 commento
l'histoire de manon

Al via i nuovi cast al Teatro alla Scala: debutti e ritorni per L’Histoire de Manon, ultimo balletto prima della pausa estiva.

A partire da questa sera, fino al 18 luglio, il Corpo di Ballo del Teatro alla Scala saluterà il pubblico milanese, prima della pausa estiva, con una ripresa straordinaria de L’Histoire de Manon di Kenneth MacMillan. Questo capolavoro, che ha arricchito il repertorio scaligero dal 1994, continua a incantare con la sua forza drammatica e teatrale, a cinquant’anni dalla sua creazione.

Ad aprire le recite l’8 luglio sarà l’étoile Nicoletta Manni nel ruolo di Manon, accompagnata da Reece Clarke del Royal Ballet nel ruolo di Des Grieux, al suo debutto scaligero e nella sua prima partnership con Nicoletta Manni. Questa esibizione, prevista anche per il 10 luglio, sarà ripresa da Rai Cultura e trasmessa in diretta sulla piattaforma MediciTv.

L’11 e il 17 luglio invece, i protagonisti della serata saranno Virna Toppi e Marco Agostino nei ruoli principali, mentre il 13, 16 e 18 luglio sarà l’étoile dell’Opéra di Parigi, Myriam Ould-Braham, ad affiancare Claudio Coviello, a causa dell’indisposizione di Vittoria Valerio. Per Ould-Braham, questa sarà la prima volta alla Scala in questo straordinario ruolo.

Accanto ai protagonisti Manon e Des Grieux, troveremo Nicola Del Freo, Mattia Semperboni (al suo debutto nel ruolo) e Christian Fagetti nel ruolo di Lescaut; Martina Arduino, Alice Mariani e Caterina Bianchi nel ruolo dell’Amante di Lescaut; Gabriele Corrado e Massimo Garon interpreteranno Monsieur G.M.; Francesca Podini e Chiara Fiandra saranno Madame, mentre Gioacchino Starace, Darius Gramada e Gabriele Corrado vestiranno i panni del Carceriere.

L’Histoire de Manon si può definire immortale. Un balletto creato da MacMillan per Anthony Dowell, Antoinette Sibley e David Wall che continua a essere uno dei titoli più affascinanti del repertorio classico, grazie alla sua complessità drammatica, psicologica e coreografica. La vicenda di Manon, giovane seducente e amorale, e del suo amore travolgente e tragico per Des Grieux, rimane un racconto di straordinaria potenza emotiva.
La partitura musicale, selezionata e arrangiata da Massenet, sarà diretta dal Maestro Paul Connelly, offrendo un’esperienza sonora avvolgente che accompagnerà perfettamente le vicende sceniche.

Non perdete l’opportunità di assistere a questa produzione unica prima della pausa estiva: un’occasione per immergersi in una delle storie più intense e coinvolgenti del balletto classico.

Potrebbero anche piacerti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.